Politica urbanistica democrazia, specchietti per le allodole, e finta sostenibilità. + fake vari

View this post on Instagram

.la progettazione architettonica richiede, solo il fatto di saperla,fare. Timbrare una tettoia per biciclette,riempirla di muri, non è progettazione architettonica, ma una puttanata costruita. L architettura organica é Dell uomo. Una casa deve funzionare. Nel terzo millennio non possiamo ancora andare in giro con i portoncini e le finestrelle…in fine .Ľ architettura del paesaggio autentica parte da risorse razionali e non da sette esoteriche che scimmiottano specchietti per le allodole .. . .#realestate #realtor #realestateagent #home #property #investment #luxury #forsale #realtorlife #business #entrepreneur #dreamhome #househunting #interiordesign #luxuryrealestate #realestateinvestor #realty #house #luxuryhomes #newhome #broker #homesweethome #design #architecture #homesforsale #realestatelife #investor #luxurylifestyle #lifestyle #housedesign

A post shared by ALBERTOMEIROSSI Architettura (@albertomeirossi_architettura) on

Politica urbanistica, specchietti per le allodole, e finta sostenibilità. + fake vari…
REGNO DELL’ ANALISI: ORGANIZZAZIONI CHE INFLUENZANO I POPOLI

1 A  regnare su questa  analisi è l’idea che forse  esistono  società segrete in grado di influenzare il mercato, ormai ci sono parecchi teorici che ne sostengono l’esistenza. Facciamo finta che sia cosi.  Del resto se non fosse vero, il sistema sociale, si evolverebbe, invece è tutto abbastanza fermo e bloccato da sistemi  esoterico-religiosi abbastanza fastidiosi, di cui si sente puzza ad una distanza anche molto elevata. Ci viene in aiuto Giordano Bruno

Verrà un giorno che l’uomo si sveglierà dall’oblio e finalmente comprenderà chi è veramente e a chi ha ceduto le redini della sua esistenza, a una mente fallace, menzognera, che lo rende e lo tiene schiavo… l’uomo non ha limiti e quando un giorno se ne renderà conto, sarà libero anche qui in questo mondo.”

 

SAGGEZZA E DISCERNIMENTO. INQUSITORI CHE SI ACCUSANO RECIPROCAMENTE

2 La saggezza mi suggerisce il discernimento e scopro che è divertente  vedere su FB in  TV  e su altre piattaforme fake come, si accusano reciprocamente di essere solo personaggi sdoganati dalla tv, quando essi stessi provengono dalla stessa fonte.

LA DEMOCRAZIA MANIPOLATA DA EVENTI NON SPONTANEI.

3 La comprensione di questa analisi passa da  una breve riflessione su quella che è la democrazia. Possiamo così   avere un quadro più chiaro. Sono palesi i fake progettuali. Sono palesi le iniziative fake di manipolazione delle coscienze, che espongono specchietti per le allodole. L’ultimo in ordine di tempo è stato il super fake “Greta”. Evidente e lampante. Mentre negli altri casi, come nell’ 11 settembre l’entropia organizzativa è veramente difficile da disbrigare , nel caso di Greta , solo uno sprovveduto, non capirebbe che si tratta di una messa in scena.

CERBERUS UN ANIMALE RECENTE? 

4 La benevolenza, verso certi facili argomenti che stanano il finto liberismo, innesca  Il ragionamento.  In realtà questa barriera, potrebbe partire da una certa fase in poi. Dalla fine degli anni 90, si sono affacciati nel “mercato globale” definibile nell’alveo del “neoliberismo”, una serie di nomi. Un elenco di nomi. Forse nemmeno troppi.  Diciamo qualcuno ( inutile andare a dare un elenco basta googlare ). Una volta che questo qualcuno, osserva  un fenomeno in crescita, si affretta a finanziarlo, cosi da poterlo controllare. Tanto che , coloro che hanno inteso il funzionamento del “meccanismo”, hanno creato le condizioni per farsi “finanziare”… Siamo sempre li …#Cerberus. Cerberus è sempre attivo. Torniamo ad uno dei primi articoli.

IL POTERE DEL MEDIOCRE

5 Il potere si estrinseca nella  cosiddetta teoria del complotto  <<sindrome di cerberus>> #cerberus che ho definito sin dall’inizio, non è mica sempre attiva. Tuttavia si fonda sul fatto che possa  emergere un “mediocre” con lo scopo di mantenere tutto ad un livello di “pattumiera” esistenziale. Quando vedono che , qualcuno sta completando un lavoro di una certa levatura, eccoli che emergono e tirano  fuori l’argomentazione che serve a “rallentare” e obnubilare un lavoro autentico. Il processo secondo cui attuano una azione per screditare un lavoro originale, si fonda sull’uso medesimo, di specifici concetti. Non sempre ce la fanno e questo ci fa sperare.

LA MEDIOCRITA’ RICHIEDE ASTUZIE

6 La bellezza di questo cane a 3 teste sta nel fatto che  usa personaggi “relativamente mediocri” che vengono messi davanti a chi ha reali capacità per imporre nel sistema sociale un forte spessore di mediocrità. Un esempio su tutti è Fazio. Personaggio dal talento mediocre che utilizza metodi e modi di fare dell’arte per esprimersi in tv. Questi personaggi in realtà non sono nemmeno consapevoli di quello che stanno o non stanno facendo. Ma del resto un “intervistatore”  che ha il ruolo dell’inquisitore e che si fonda sulla proiezione di specifiche aspettative, non deve avere alcun bisogno di essere eccellente. Basta che sia sufficientemente bravo.

IL DESTINO DEI GIUSTI 

7 Nei film di Spielberg , i giusti, in qualche modo ce la fanno, la sua tetralogia sul santo Graal ne è la dimostrazione.  Ci sono poi fenomeni che prendono per fondelli il pubblico appassionato di arte. Di recente è stato battuto all’asta un coniglio  gonfiabile di carta stagnola a 91 milioni di dollari. Ecco un altro esempio, ma molto più pesante di “mediocrità” relativa al grande inganno #cerberus”.  Cerberus è il frutto della sovra gestione, sempre più presente, sia nel mercato che nelle organizzazioni politiche di recente formazione.

LA RIVOLUZIONE NON è POPULISTA

8 Il giusto si trova a dover affrontare  l’idea che anche certo “populismo” sia in realtà un fake e sia sovra gestito, e capisce che tutto questo  inizia a prendere  forma.  Si  configurano questi fenomeni quando, una reale forza rivoluzionaria si affaccia nel “mercato politico”. La consegna del potere di “modificare” le cose a favore della gente in modo concreto e reale, potrebbe non piacere a chi ha controllato per secoli tutto il sistema. Cerberus ha questo compito. Non far uscire nessuno dal suo recinto, e non far entrare nessuno di nuovo dal suo recinto.

LA GIUSTIZIA DIFENDE  SEMPRE IL GIUSTO

9 La giustizia avrebbe il compito di difendere IL GIUSTO che ha capito che nel nostro caso  la sostenibilità, è un fake secolare. Se ne parla da molti anni. Ma nessuno sembra aver mai concretizzato il progetto, perchè non c’era un reale interesse. Ora si è visto che la “sostenibilità” è vendibile. Che un albero può essere pagato all’interno di un condominio, nonostante le foreste siano in costante estinzione , ma non importa. L’importante è che ti faccio fesso e ti vendo la mia sostenibilità.

REGNO E CONQUISTA

10 Regno e conquista del regno passano per la democrazia. La democrazia altro non è che il regno dei popoli, ed il regno richiede la conquista concreta. In un interessante film di Clooney ( Michael Clayton) che affronta il tema dell’ecologia, attraverso un intreccio  legal thriller, viene citato il tema del regno e conquista, in un fantomatico libro letto da un bimbo tra i protagonisti del racconto.

La democrazia, richiede un mondo sicuro , diceva Wilson.

Nel 1917 il presidente degli Stati Uniti Woodrow Wilson portava il suo paese in guerra allo scopo di «rendere il mondo sicuro per la democrazia» ( web ) 

Qualcuno dice invece che occorre rendere la democrazia , sicura per il mondo. La sostenibilità , in questo contesto, non appare. Non sembra avere alcuno spazio. Il mondo deve essere sicuro, non sostenibile. La sostenibilità non è sinonimo di sicurezza.  In realtà la sostenibilità, da sola non serve a niente. Come la bio architettura, che alla fine altro non è che un pettegolezzo di come imitare la vita , nell’ambito architetturale, la sostenibilità è un termine che non è stato affrontato nel modo corretto ed è abusato da chi cannibala concetti che non solo, non gli appartengono, ma che sono portati avanti dal burattinaio che gli sta sopra il culo. Nel 90% dei casi i progetti “sostenibili” non sono altro che programmi pre – definiti e sovra gestiti. Lo scopo è il medesimo: impedire che qualcun altro li faccia , raccogliere tutte le risorse possibili, far credere ad un gruppo di persone che è così ed installare lo specchietto per le allodole, su cui  poi qualcuno si specchia e getta le  energie nel nulla o semplicemente nel narcisismo.

Il metodo è quello dei gruppi esoterici. Isolare un gruppo di persone e toglierle dal territorio in cui potrebbero cambiare le cose. Lasciare sul territorio coloro che alla fine venderanno a questi “sfigati” perchè di questo si tratta, un buco in cui finire i propri giorni con una pensione sociale o con una moneta farlocca.

Scavi scavi e scavi alla fine chi ha costruito lo specchietto per le allodole, ha inconsapevolmente preso il modello di Disppering City e Broadacre City già noto dagli anni 40. Ripetono sempre la stessa manfrina e sempre gli stessi ci cascano come coglioni.  A Roma si dice ” te stanno a coglionà e tu  manco per cazzo che te ne accorgi.”.

Qualcuno addirittura si è inventato al cinema il concetto di “Matrix” e qualcuno usando quel concetto ha promesso la fuoriuscita da Matrix. Non è che per caso è già tutto pronto e la sceneggiata serve solo per impedire che le cose cambino sul territorio? Se non è cosi vuol dire che, ad essere coglionato è anche colui che non ha capito di essere stato a sua volta coglionato.

Basta avere un  minimo di consapevolezza per non cadere in questi giochini che alla fine richiedono 500 anni prima di essere concretizzati. Sempre di mutuo si tratta sempre di finanziamenti ti devi occupare. Sempre una banca devi interpellare.

Taliesin West, fu un esperimento straordinario che oggi si alimenta ancora con lo sforzo di poche persone e qualche finanziamento privato. Noi ci chiediamo come mai.. c’è interesse verso i fake della sostenibilità e la dove dovrebbero andare le risorse non vanno? La risposta è semplice , perchè la il problema verrebbe risolto, perchè fu già risolto da un bel pezzo.

 

La risposta non è “sostenibile” ma “Organica”. Il processo secondo cui una realtà progettuale  nasce e cresce come un organismo, e l’edificio  si unisce  come un anello  ad un dito di una signora, senza procurare alla terra piaghe o ferite come fosse pelle malata di scabbia ( perchè l’uomo è una bestia non sostenibile per sua natura), si definisce processo di progettazione organica, confuso su wikipedia con  l’idea di creare edifici a forma di albero pigna o edifici nascosti come talpe. Il piccolo frodo Beggins non c’è , ti attacchi. Ci sono solo banche e specchietti per le allodole, fino a quando qualcuno non capirà che era già stato tutto studiato nei primi anni del ‘900. La gente ha la memoria corta, ed è per questo che è manipolabile. Gli si dice che non deve pensare , ed una volta che la trappola è attiva , qualcuno penserà al loro posto, fornendo loro un ordine di marcia.

Il vizio di certi , pseudo “rivoluzionari” oggi è quello di andare su google …digitare un termine e vedere come si fanno certe cose, poi, qualcuno scopiazza i progetti di EMILIO AMBAZ,…e qualche ignorante li vede come novità. Attendiamo che la si smetta con queste pagliacciate a cui solo un fesso può cadere. Tutto questo nella certezza, che chi intraprende certi progetti, lo fa fuori dalla consapevolezza di essere lui stesso uno specchietto per le allodole sovra gestito da almeno 50 anni . No, forse… Sta dormendo….oppure dimostrerà e breve che egli fa parte della sovra gestione. Mentre sul suo territorio magari una organizzazione o una associazione a delinquere si finalizza per cementificare e quindi rendere impossibile il cambiamento reale sul territorio.

In un film di Scorsese dal titolo ” The Departed”,  c’è un gioco di rimandi metaforici, dove talpe della polizia e della criminalità si scambiano i ruoli, alla fine si ammazzano tra di loro. Alla fine rimane vivo chi ha un ruolo definito e non ha fatto finta di essere  nessun altro. Siamo alla stessa cosa. Un progetto che si finge sostenibile nel tentativo di obnubilare gli altri progetti è riconoscibile perchè nel progetto stesso differisce la struttura dalla forma. In un progetto autenticamente sostenibile , la struttura e la forma sono un tutto unico altrimenti è un fake palese. Questo parametro , cioè della autenticità e visibile ad occhio nudo. Che cazzo te ne fai dei pilastri ipogei? costruisci una soletta in cemento armato per far finta che la tua architettura sia inserita nel terreno?  ma chi vuoi coglionare? chi cazzo vuoi prendere per il culo? DOVE CAZZO hai studiato a Paperopoli ?

 

#cerberus è sempre viva…e si nutre di energia…

a cura di Alberto Mei Rossi.

alberto mei rossi
porto chiunque all’esasperazione

 

 

La sindrome di Cerberus. Alberto Mei Rossi